Sophie Codegoni dopo i pianti di Basciano: “Non gli credo. Mi ha messo le mani addosso”. Ecco le dure parole!

Sophie Codegoni dopo i pianti di Basciano: “Non gli credo. Mi ha messo le mani addosso”. Ecco le dure parole!

Emergono gravi accuse contro Alessandro Basciano, poiché la sua ex fidanzata Sophie Codegoni, nonché madre della loro figlioletta di cinque mesi, Celine, ha recentemente dichiarato in un’intervista a Verissimo che il DJ l’ha violentemente maltrattata. Sophie ha svelato che è stata oggetto di violenza fisica da parte dell’ex compagno, che era eccessivamente geloso di lei.

Ha raccontato un episodio in cui ha ricevuto uno schiaffo da Alessandro, il quale si era infastidito quando un altro ragazzo, amico di entrambi, l’aveva accompagnata a farsi fare i capelli.

Il racconto di Sophie Codegoni

Sophie ha parlato delle situazioni in cui ha subito violenza fisica, esplosioni di rabbia, ingiurie e comportamenti dannosi nella sua precedente relazione. Nonostante sia stata una partner amorevole, ha sopportato queste difficoltà ripetutamente, ma ora ha deciso di non farlo più.

In un’intervista a Verissimo, condotta da Silvia Toffanin, Sophie ha affrontato le affermazioni fatte dal suo ex fidanzato il giorno prima, riguardanti presunti condizionamenti, il ricorso a pratiche occulte come stregoneria e consultazioni con cartomanti, e l’accusa che gli avesse impedito di vedere la loro bambina.

Inoltre, Sophie ha risposto alle dichiarazioni riguardo alla profonda disperazione del suo ex fidanzato causata dalla fine della loro relazione, che lo avrebbe portato a cadere in depressione.

Le lacrime di Basciano non servono

Tuttavia, Sophie è rimasta impassibile davanti alle lacrime di Alessandro, mantenendo ferma la sua posizione di donna decisa a non ripetere gli stessi errori in amore. Prima ha presentato prove del tradimento di Basciano, mostrando foto che lo ritraevano molto vicino a un’altra donna. Successivamente, ha spiegato che le lacrime disperate del suo ex non erano altro che una delle molte dimostrazioni di pentimento a cui aveva assistito innumerevoli volte nei mesi precedenti.

“Non permetterò che mi faccia passare per la cattiva,” ha sottolineato Sophie. “Dopo il suo pianto, vengo dipinta come la persona che gli impedisce di vedere la bambina. La bambina può vederlo quando vuole, ma senza di me. Quelle lacrime non hanno intenerito il mio cuore, sarei disonesta a dirlo. Posso anche essere innamorata di lui, ma quelle lacrime le ho viste troppe volte, ormai non hanno più alcun effetto su di me.”

Sophie Codegoni non perdona

Per quanto riguarda la possibilità di perdonare Alessandro, Sophie mantiene una posizione irremovibile: “Non desidero più una relazione con lui. Ha inflitto troppo dolore, ho sperimentato un attacco di panico quando ho scoperto il tradimento, e in quel momento, lui non versava lacrime, ero io che piangevo. Mentre lui si comportava in modo sleale con altre donne, io mi occupavo dei bisogni di nostra figlia, cambiando il pannolino.”

Infine, Sophie lancia un appello a tutte le donne che, come lei, hanno subito violenza e tradimenti: “Sono qui per rivolgermi a tutte le donne che si trovano nella mia stessa situazione: non concedete il perdono.”